Essiccatore » Come essiccare con l’essiccatore
come essiccare

Come essiccare con l’essiccatore

L’essiccazione è un metodo di conservazione dei cibi a lunga durata poichè togliendogli l’acqua, i cibi non vengono intaccati da muffe e batteri, risultando così molto sicuri da consumare e conservare per tanto tempo.

L’essiccazione può essere fatta sia in modo “naturale” che in maniera “meccanica”. Il primo metodo sta ad indicare la classica esposizione al sole, che non sempre però porta a risultati efficaci. Il secondo metodo invece, consiste nell’utilizzo dell’essiccatore alimentare elettrico casalingo, un elettrodomestico molto utile per essiccare i cibi comodamente e con facilità in modo del tutto efficace.

Guida all’essiccazione

In questa pagina sono indicati dei link che ti porteranno alla pagina che più ti interessa, dove sarà elencato come essiccare i vari tipi di alimenti e dove troverai delle interessanti ricette.

Ti consigliamo comunque di acquistare questo libro “L’essiccazione in cucina”, con 66 ricette e tanti consigli per essiccare al meglio i tuoi cibi preferiti. 🙂

I principi dell’essiccazione e i suoi usi

Per eseguire una buona essiccazione si dovrebbero seguire delle linee guida, altrimenti si rischia di consumare energia elettrica e tempo per rimanere con degli alimenti non ben disidratati. Andremo quindi a trattare dello spessore che devono avere i cibi, dell’acqua che contengono e dell’umidità dell’aria nell’ambiente.

Spessore

Lo spessore è un elemento importante da tenere in considerazione, dato che dipende tanto da quello la durata del ciclo di essiccazione. Innanzitutto dovrai guardare l’altezza dei vassoi del tuo essiccatore, per vedere se puoi fare delle fette più spesse o se le dovrai fare per forza sottili. Naturalmente più grosse saranno le fette, maggiore è il tempo di disidratazione.

Alcuni alimenti non si possono tagliare a fette, come i pomodorini e i fichi ad esempio; in questo caso la tempistica sarà sicuramente più lunga e non ci potrai fare niente. Solo facendo qualche esperimento riuscirai a capire davvero quanto tempo ci mettono i diversi cibi per essiccarsi. Inoltre ti consigliamo di non sovrapporre le fette e di fare la rotazione dei vassoi per permettere al contenuto di essiccarsi uniformemente.

Acquosità

Anche questo è un fattore da tener conto, perchè ogni alimento è diverso per percentuale d’acqua, come lo è nella forma e nella dimensione. Siccome l’essiccazione è il procedimento atto alla disidratazione dei cibi, più acqua contiene il prodotto maggiore sarà il tempo dell’essiccazione. In questo caso però non si può intervenire in nessun modo e dovrai lasciare che la natura faccia il suo corso.

Se non hai voglia però di lasciare acceso l’essiccatore per moltissime ore, dovrai adeguarti a scegliere alimenti con una bassa percentuale d’acqua, considerando che ci vorranno comunque sempre dalle 8-10 ore in su.

Umidità

Con umidità si intende l’umidità presente nell’aria, la quale è in grado di rallentare la disidratazione perchè ostacola il processo di smaltimento dell’acqua da parte della macchina. Per questo sarebbe necessario l’essiccazione in un luogo asciutto o con poca umidità e con una temperatura che sia per lo più costante.

Temperatura dell’essiccatore

Ci sono moltissimi modelli di essiccatore in commercio e alcuni di essi sono diversi tra loro. La maggior parte dei modelli integra però un termostato regolabile da 35° a 70°, per permettere alla persona di scegliere la temperatura che desidera per l’essiccazione. È possibile infatti essiccare gli alimenti in base a quanto si ha la pazienza di tenere acceso l’apparecchio. Ovviamente più bassa sarà la temperatura più la disidratazione sarà lenta.

C’è anche da dire che le basse temperature favoriscono il mantenimento di tutti i nutrienti nei cibi, per cui sarebbe l’ideale essiccarli ad una temperatura massima di 42°C. Difatti le diete crudiste prevedono l’essiccazione degli alimenti soltanto fino ai 42 gradi, ma non solo per questo motivo (considerano cottura dopo i 42°).

Non tutti i nutrienti in realtà si denaturano a temperature superiori, quindi puoi scegliere tranquillamente in base al cibo che devi essiccare, a quanti gradi impostare il termostato.

Come essiccare con l’essiccatore
3.9 (78.33%) 12 votes

Comments

  • 15 luglio 201716:04

    Salve, ho da poco comprato un’essiccatore ho due domande.
    1) le fette di frutta si possono sovrapporre?
    2) le pesche vanno mosse spesso….quindi non succede niente se viene fatta questa
    operazione ad essiccatore già avviato?
    Grazie per l’ attenzione.

    Rispondi
    • 16 luglio 201711:36

      Buongiorno Maria,
      consigliamo di non sovrapporre le fette di frutta perchè altrimenti non si essiccano uniformemente. Può tranquillamente aprire l’essiccatore quando è in funzione per muovere la frutta; però consigliamo di togliere il vassoio, appoggiarlo su una superficie e girarle, così può rimettere il coperchio sull’essiccatore per mantenere la temperatura.

      Rispondi
  • 31 agosto 201716:14

    immagino che vi siano fattori dirversi e tempi diversi, ma vorrei capire quali sono indicativamente le tempistiche per l’essicazione dei vari alimenti (erbe, frutta, ecc…)

    Rispondi
    • 31 agosto 201716:37

      Buongiorno Miriam, le tempistiche per l’essiccazione sono piuttosto lunghe; si parla di un minimo di 8 ore, fino ad arrivare alle 20 ore o più. Puoi trovare qualche tempistica relativa all’essiccatore Biosec nel nostro articolo in questo articolo, dove potrai cliccare nei singoli link nella pagina (es. come essiccare la frutta).

      Rispondi
  • 25 ottobre 201717:22

    Buongiorno, ho una domanda a cui non riesco a trovare risposta su alcun sito. Premetto che ho sempre usato l’essiccatore casalingo per frutta e verdura, con risultati molto buoni. Ora, mi trovo con parecchio mais raccolto da poco e già sgranato, che ho messo al sole per alcuni giorni, ma ora che le giornate di sole sono sempre meno, vorrei accelerarne l’essiccazione usando appunto l’essiccatore. E’ possibile? Le maglie dei ripiani sono però molto larghe, i chicchi ci passano nel mezzo, cosa si potrebbe mettere sui singoli ripiani che consenta comunque una buona essiccazione? Grazie infinite per l’attenzione e la risposta.

    Rispondi
    • 25 ottobre 201717:47

      Buonasera Paola, non abbiamo mai provato ad essiccare in mais per cui non sapremo se potrebbe funzionare. Comunque potrebbe provarci magari mettendo sui vassoi della carta forno. Abbiamo essiccato delle erbe aromatiche in questo modo e il calore era passato bene anche attraverso i fogli. Speriamo funzioni anche con il mais. 🙂

      Rispondi
  • 6 dicembre 201715:53

    Salve vorrei sapere se si possono essiccare i mandarini, se si come? Gli spicchi interi? E per quante ore? Grazie per la risposta ?

    Rispondi
    • 6 dicembre 201718:56

      Buonasera Elisa, noi non abbiamo mai provato ad essiccare i mandarini per cui non sapremo cosa risponderle. Se vuole però può provare, magari mettendo gli spicchi sopra un foglio di carta forno. Faccia delle prove per vedere se potrebbero riuscire. Ci faccia sapere com’è andata. 😉

      Rispondi
    • 24 gennaio 201814:35

      Salve Elisa io ho provato da poco con i mandarini tagliando gli spicchi a metà nel senso della lunghezza. Sono soddisfatto del risultato

      Rispondi
  • 29 gennaio 201811:51

    Buongiorno. Ho comprato da qualche giorno un essiccatore ma ho seri problemi a reperire una tabella delle temperature per quanto riguarda l’essiccazione dei vari prodotti. So che ogni marca dovrebbe avere le proprie ma sul libretto delle istruzioni allegato alla macchina trovo indicato soltanto i tempi. È possibile avere, all’incirca, delle temperature più o meno standar da cui poter partire? Non ho proprio idea da dove cominciare! Grazie.

    Rispondi
    • 30 gennaio 201811:40

      Buongiorno Angela, noi solitamente essicchiamo le mele ad una temperatura di 45-50 gradi, dipende dal tempo a disposizione e se la frutta o la verdura ha molta acqua. La cosa migliore è essiccare a bassa temperatura, perchè sopra i 42° già si dovrebbero iniziare a perdere le vitamine dell’alimento. Tenga presente che più abbassa la temperatura più tempo l’essiccatore metterà per disidratare i cibi.

      Rispondi
  • 29 aprile 201818:58

    Scusate che programma devo usare per essiccare le fave? Va bene il programma dei pomodori? Grazie

    Rispondi
    • 1 maggio 20189:55

      Buongiorno Mariolina, noi le fave non le abbiamo mai essiccate, ma le consigliamo di provare ad essiccarle a 60 gradi (p 50 se le va bene metterci di più per non perdere alcune sostanze nutritive).

      Rispondi
  • 21 agosto 201819:06

    Salve…come evitare di far annerire la frutta come mele,pere,banane ecc?

    Rispondi
    • 23 agosto 201810:57

      Buongiorno Maria, sulla frutta che tende ad annerire si può mettere un pò di limone sopra. Noi non l’abbiamo mai provato, perchè comunque non abbiamo interesse a farla rimanere chiara. In ogni caso le mele non si anneriscono se tagliate e messe subito in essiccatore.

      Rispondi
  • 22 agosto 201816:12

    Buongiorno, ho appena acquistato un essicatore e lo sto usando per fichi secchi e per mele, ma il manuale dice di usare per la frutta dai 57 ai 62 gradi, ma io ho paura di perdere le vitamine quindi vorrei farle a 50 gradi, non di più, voi sapete darmi la vostra opinione in merito?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • 23 agosto 201810:54

      Buongiorno Romina, le vitamine di frutta e verdura dovrebbero iniziare a denaturarsi dopo i 42 gradi. Noi abbiamo comunque sempre essiccato le mele a 50° perchè altrimenti ci vuole davvero tanto tempo. Nell’alimentazione crudista ad esempio, non va mai essiccato nulla dopo i 42°.

      Rispondi
  • 30 settembre 201811:16

    Volevo chiedere se si possono essiccare tipi di frutta diversi insieme. Perché nella tabella ci sono frutti che hanno programmi diversi (tipo le mele e le banane). Come devo fare?

    Rispondi
    • 30 settembre 201814:18

      Buongiorno Ilaria, secondo noi si possono essiccare varie tipologie di frutta insieme, mettendo un frutto diverso per ogni vassoio e posizionando la frutta che ci mette più tempo verso il basso, se si ha l’essiccatore verticale, altrimenti con un essiccatore orizzontale (es. Biosec) va bene in qualsiasi posizione.

      Rispondi
  • 15 ottobre 201821:49

    Buonasera ho comprato un biosec della tauro volevo essiccare per risparmiare corrente i pomodori e le mele insieme con il programma p6 e se si può quanto tempo ci vuole.vi ringrazio anticipatamente per la risposta grazie

    Rispondi
    • 16 ottobre 201814:31

      Buongiorno Eugenia, noi non abbiamo quell’essiccatore quindi non sapremmo darle una risposta. Credo lo possa fare comunque, tenendo conto che i pomodori si essiccheranno in più tempo delle mele perchè contengono più acqua.

      Rispondi
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *