Essiccatore » Come scegliere un essiccatore per alimenti
come scegliere un essiccatore

Come scegliere un essiccatore per alimenti

Sei arrivato in questa pagina perchè non sai come scegliere un buon essiccatore per alimenti casalingo. Nessun problema.

Noi di essiccatore.info ti aiutiamo a vedere quali caratteristiche deve avere un essiccatore alimentare, per permetterti di fare un buon acquisto.

Essiccatore: quale scegliere?

Ci sono diversi fattori che determinano la riuscita di un ottimo essiccatore elettrico e ciò varia anche in base alle proprie esigenze personali ed economiche. In ogni caso, qui sotto, potrai trovare diversi parametri che ti aiuteranno nell’impresa di trovare l’essiccatore migliore al miglior prezzo.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Biosec Domus B5
45 x 27 x 27 cm
4.5 kg
176€ 9.6 / 10 Vedi Offerta
Klarstein Bananarama
-
-
74.99€ 9.2 / 10 Vedi Offerta
Beper 90.506
33 x 33 x 27 cm
3 kg
36.9€ 8.8 / 10 Vedi Offerta
Klarstein Yofruit
-
-
76.99€ 9.0 / 10 Vedi Offerta
Clatronic DR2751
31.5 x 28.5 x 16 cm
1.66 kg
36.5€ 8.4 / 10 Vedi Offerta

Rumorosità

Un parametro da tenere presente è che un essiccatore alimentare domestico è a volte rumoroso. Quindi, dato che probabilmente dovrà rimanere acceso anche di notte per la lunga tempistica di disidratazione degli alimenti (6-24h), sono da preferire dei modelli silenziosi.

Consumo energetico

Il consumo energetico degli essiccatori elettrici varia da modello a modello. La potenza va da un minimo di 250W ad un massimo di 750W. Con 250W avremo sicuramente un risparmio di energia ma solitamente anche i tempi di disidratazione sono più lunghi. Con 700W invece, avremo si un consumo maggiore di energia, ma i tempi di essiccazione degli alimenti sono minori.

essiccatoreCapacità

Sia che dobbiate comprare un essiccatore funghi, per verdure o un essiccatore per frutta (o qualsiasi altro modello), un parametro utile da tenere in considerazione è la capacità dell’elettrodomestico.

Ci sono modelli medio-piccoli con 3-5 cestelli che possono contenere un massimo di 3,5 kg e altri modelli più grandi, con un numero di cestelli che va da 6 a 12, i quali possono contenere fino a 8 kg.

Se quindi l’essiccatore ti serve soltanto per disidratare un pò di frutta secca o comunque alimenti in piccola quantità, acquista un essiccatore con 3, 4 o 5 cestelli. Se invece hai la necessità di disidratare grandi quantità di frutta, ortaggi ed altro, acquista un essiccatore con un maggior numero di ripiani.

Formaessiccatore_schema_con_legenda

Infine vediamo la differenza tra un essiccatore verticale ed un essiccatore orizzontale. Il primo prevede il flusso d’aria partire dal piano inferiore.

Questo porta ad un aumento della tempistica di conservazione e va a scapito della quantità di cibo che si può essiccare ad ogni ciclo, per la necessità dell’aria di salire senza troppi ostacoli.

Il secondo invece, prevede il flusso dell’aria fuoriuscire orizzontalmente in tutti gli scomparti, rendendo così la tempistica più corta e un essiccazione degli alimenti più omogenea.

Timertimer

La presenza di un timer in un essiccatore casalingo è quasi fondamentale per alcune persone.

Infatti, quasi tutti i modelli recenti di essiccatori hanno il timer per permettere di impostare la durata del processo. Questo ti consentirà di usare l’elettrodomestico di notte senza dover troppo preoccuparti di ricordarti di spegnerlo al momento più opportuno.

Velocità o Temperature

La possibilità di impostare la velocità o la temperatura di essiccazione ti permetterà di avere maggiore libertà nell’utilizzo dello strumento.

Su internet troverai pareri discordanti sulla migliore temperatura da tenere quando si essicca, per evitare che l’alimento perda le proprietà. L’unico modo è sperimentare di persona! Noi di essiccatore.info crediamo che la temperatura migliore per essiccare, vari da alimento ad alimento, ma nelle nostre preparazioni non superiamo mai i 50°.

Prezzoeuro

Sul mercato si trovano molti modelli di essiccatori domestici. Il prezzo di un essiccatore alimentare va dai 40 ai 70 euro per i modelli più semplici e con un consumo più basso, per arrivare ai 300-400 euro per quelli più capienti e professionali. Riuscirai sicuramente a trovare il modello più adatto alle tue esigenze e alle tue tasche!

Conclusioni

Avere un essiccatore alimentare vale a dire risparmiare denaro per l’acquisto di prodotti che si possono benissimo fare in casa, grazie all’ausilio di questo comodo apparecchio.

Inoltre l’essiccatore è una base di partenza per mangiare più sano e in modo responsabile, utile soprattutto per chi decide di applicare il regime alimentare del crudismo.

Ti consigliamo di acquistare questo libro “L’essiccazione in cucina”, con 66 ricette e tanti consigli per essiccare al meglio i tuoi cibi preferiti. 🙂

Come scegliere un essiccatore per alimenti
3.4 (67.69%) 13 votes

Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *